Notizie

Perchè Mark Zuckerberg indossa sempre la stessa maglietta? Il CEO e fondatore di Facebook risponde

mark-zuckerberg-facebook_t_shirt

Ieri Mark Zuckerberg, fondatore di Facebook, ha tenuto la sua prima “Community Q&A”, un’occasione in cui potergli fare domande e avere risposte. Un’ora in cui chiunque ha potuto fare una domanda al CEO e fondatore di Facebook, un evento andato in onda in diretta streaming, alle 23.00 in Italia.

Mark ha risposto a moltissime domande, quella più curiosa è stata senza dubbio una: “Perché porti la stessa maglietta tutti i giorni?“. Sì perchè se non l’aveste mai notato, il papà di Facebook indossa sempre una maglietta grigia quando partecipa ad eventi pubblici, o quando viene fotografato.

Zuckerberg, ha risposto candidamente alla domanda, anche se la sua risposta è stata piuttosto inquietante: Leggi il resto di questo articolo »

Lorenzo Fragola a X FACTOR 8 indossa la felpa G-Star Raw firmata da Pharrell Williams in tessuto riciclato

lorenzo_fragola_x_factor_8_2014

Durante il primo live show di X Factor 8, quando è salito sul palco Lorenzo Fragola ( catanese come me, ma pure se fosse stato di Bolzano, avrei fatto il tifo per lui e per la sua voce straordinaria), indossava una felpa bianca con lo slogan “Happy life, happy human beings, happy oceans” che mi ha subito fatto pensare “Dove l’ho già vista?”.
pharrell_williams_gsytarraw

C’è voluta una settimana perchè il mio cervello facesse bingo: quella felpa bianca fa parte della prima collezione di Pharrell Williams per il brand G-Star RAW, è un capo particolare perchè il tessuto è ricavato da fibre di bottiglie riciclate, ed è stata realizzata utilizzando il “Bionic Yarn”, un filato ecologico ottenuto riciclando bottiglie di plastica. Leggi il resto di questo articolo »

OUT// Kanye West indossa le pellicce e provoca PETA nel testo di una sua canzone

kanye_west_pelliccia_peta

Certi personaggi perdono occasioni per tacere e finiscono col fare figure miserabili: è il caso di Kanye West che non si accontenta di indossare le pellicce ignorando i tentativi di sensibilizzarlo sulla questione da parte delle varie associazioni animaliste, ma si toglie pure lo sfizio, di “punzecchiare” la PETA che più volte lo aveva criticato per le sue scelte, nel testo di una sua canzone che dice” Tell PETA my mink draggin on the floor”. Leggi il resto di questo articolo »

Beyoncé e TopShop lanciano un brand di athletic streetwear: “Non sarà la solita collaborazione tra brand e celebrità”

beyonce-topshop-2_10_2014

Le donne come Beyoncé sono vulcani di idee e progetti sono donne che hanno sempre una marcia in più pronte a lanciarsi in nuove avventure con la certezza di riuscire: la cantante sta per lanciare un nuovo brand di athletic streetwear in collaborazione Topshop. Attenzione non pensate alla classica capsule collection firmata dalla celebrità di turno, ma una linea permanente che comprenderà capi tecnici e di tendenza, calzature per la palestra e lo yoga che la vedrà impegnata in tutte le fasi dello sviluppo sarà in vendita presumibilmente dal 2015.

La cantante e Topshop hanno formato una joint venture, la Parkwood Topshop Athletic Ltd. ma non si sa ancora quale sarà il nome dell’etichetta. Leggi il resto di questo articolo »

Kim Kardashian e l’orgoglio curvy: come ti trasformo un punto debole in un punto di forza (ma non la pensano tutti così)

kim_kardashian_curve_gonna

Ogni volta che pubblico una foto di Kim Kardashian (e delle sue curve) le reazioni si dividono e si possono riassumere semplificandole così: c’è chi dice “lei è bella, è a suo agio con il suo corpo, beata lei” e chi invece non riesce a comprendere come possa indossare certi capi che evidenziano la sua prorompente  fisicità, spesso esasperandola.

C’è poi chi la prende ad esempio per fare pace con i suoi fianchi ed il suo sedere e chi la critica aspramente (senza risparmiare cattiverie). Infine c’è chi le riconosce l’importante merito di rappresentare l’orgoglio curvy e la capacità di trasformare quelli che per tante donne sono i punti deboli in veri e propri punti di forza.

Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero