Notizie

L’incubo della valigia smarrita in vacanza: Carpisa assicura il tuo bagaglio e te lo ripaga in caso di smarrimento

woman_luggage

Pianifichi le vacanze per mesi, aspetti facendo il countdown dei giorni che mancano alla partenza e quando arriva il momento di preparare la valigia ovviamente selezioni accuratamente, lista alla mano, tutto ciò che vuoi portare con te: il vestito preferito, la borsa figa, le scarpe comode ma chic… sì perchè in vacanza ciascuno di noi ovviamente porta il meglio del guardaroba, i capi che preferisce, quelli con cui si sente al top e che non vede l’ora di indossare alla scoperta della meta che ha scelto di visitare.

Piena di aspettative prendi un aereo che ti porterà a destinazione, sei stata brava, la valigia non supera il peso consentito, trascorri  le ore di viaggio sfogliando la guida, immaginando itinerari ideali, finalmente atterri, ci sei quasi, arrivi al nastro del ritiro bagagli e aspetti di ritirare la valigia. Leggi il resto di questo articolo »

Una donna ha pagato 30 mila dollari per somigliare a Kim Kardashian. E non c’è riuscita

kim_kardashian_chirurgia

Facciamo coming out: lo ammetto, io sono una che c’è andata qualche volta dal parrucchiere con una foto di una celebrità nel portafogli e ha chiesto, voglio il suo taglio/colore/ciuffo. Ma da qui ad andare dal chirurgo, spendere 30 mila dollari per somigliare a Kim Kardashian ce ne passa.

L’inglese Claire Leeson, 24 anni,  si è sottoposta ad una serie di interventi chirurgici per somigliare alla sua star preferita. Adesso non vorrei essere cattiva, quindi taccio.  Leggi il resto di questo articolo »

Madame Tussauds: svelate oggi le due nuove statue di cera di William e Kate

Duke and Duchess of Cambridge waxworks

La prima volta che sono stata al Madame Tussauds di Londra avevo 18 anni e ho fatto la foto come vuole tradizione accanto a tutti i personaggi: ho quella con i Beatles, quella con le Spice Girls, con Madonna, e naturalmente con la principessa Diana.

Oggi sono state svelate le due nuove statue dedicate a William e Kate, anche se in verità non mi spiego come mai, a distanza di così poco tempo abbiano rifatto due statue così simili alle precedenti, solo un tantino più eleganti (lui ha il papillon e non la cravatta, lei ha un abito turchese e un’acconciatura più ricercata)

william_kate_madame_tussauds

Lana del Rey fidanzata con un italiano, il figlio di Franca Sozzani

lana_del_rey_sozzani

La notizia del giorno riguarda Lana Del Rey,  ma non ha a che fare con l’ultima fatica musicale dell’artista o con l’ennesima dichiarazione pessimista, piuttosto con la sua vita sentimentale. La cantante sembra aver trovato l’amore, un fidanzato italiano.

Ma se pensate che si tratti di un imbianchino bresciano, di un simpatico idraulico siciliano o di un impiegato postale calabrese vi sbagliate di grosso.

L’amore è cieco ma in certi casi ci vede benissimo: la bella Lana, di chi si è andata ad innamorare? Di un tale Francesco Carrozzini, fotografo di moda 32enne che così magari vi dirà poco ma se vi dico che è il figlio di Franca Sozzani le cose cambiano.

I due sono stati fotografati in vacanza a Portofino (no, non ad Ostia beach), ma erano già stati avvistati allo Chateau Marmont di Los Angeles a inizio giugno e a New York un paio di settimane dopo. Per essere una che dichiara  ”Vorrei essere già morta, davvero. Sono stufa di dover continuare a fare tutto questo, però devo andare avanti” diciamo che le cose non le vanno poi così male.

Scomode verità: 10 problemi che solo le persone “diversamente alte” (ok, basse) possono capire

celebrita_basse_coppie

Vivere in un corpo che non supera il metro e sessanta non è mai stato per me un problema, ma diciamoci la verità ci sono una serie di cose fastidiose con le quali una persona di statura più bassa della media convive e che la gente alta ignora. Ecco un elenco in chiave humor da divulgare perchè è vero che “il vino buono è nella botte piccola” ma qualche centimetro in più, forse,  ci avrebbe reso le cose più semplici.

1. Quando parlano di noi in genere per identificarci ci descrivono come “quella bassina…quella piccoletta“. Non è carino. No. Perchè altrimenti dovremmo essere autorizzati a dire “quello con l’alito pesante” oppure “quello con il naso che fa provincia”. E non sarebbe simpatico, no?

2. Abbiamo una sarta a carico: ogni volta che compriamo pantaloni, abiti da sera, gonne che non siano mini, non possiamo indossarli subito quando li acquistiamo, ma dobbiamo passare a “tagliandarli” da una sarta che come minimo chiederà 7 euro per un orlo. Sia santificato Asos con la sua linea “petit”.

3. Gli scaffali alti sono un incubo: a casa la dispensa ha ripiani alti che ci costringono a prendere la sedia della cucina per guardare cosa c’è lassù o chiamare qualcuno alto in casa che ci prenda il bicarbonato.

4. Al supermercato idem come sopra, solo che lì non ci sono sedie della cucina o scale quindi se il detersivo è troppo alto dobbiamo chiedere a qualcuno di aiutarci e subito dopo convincerlo che no, volevamo davvero il Vernel lavanda e non stavamo affatto flirtando con lui. Leggi il resto di questo articolo »

Leggi il nuovo numero